Giovanni 14

Mostraci il Padre

Sei in > Tutta la Scrittura > Vangeli e Atti
precedente vv. 1-4 | successivo vv. 12-14
Ricerca nel Blog
Se cerchi qualcosa, usa questo strumento.

vv. 5-11

5Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la via?».
6Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. 7Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».
8Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». 9Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: «Mostraci il Padre»? 10Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. 11Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse.
© Testo a cura della CEI consultabile su bibbiaedu

Paralleli e rimandi:
Es 3,14; 33,18 | Sal 27(26) | Gv 1,18; 5,36; 10; 11,16; 20,24-29 | Eb 10,19-20 | 1Gv 1 | 1Pt 2

Il discorso che leggiamo in questo capitolo (14,1) è l’addio di Gesù ai suoi. Iniziato nel capitolo precedente, dopo l’uscita di Giuda dal consesso dell’ultima cena (13,31).

Il luogo in cui viene pronunciato è dunque la cena e l’occasione è un saluto.

L’esordio “non sia turbato il vostro cuore” è parallelo al v. 27 ed è retoricamente apertura e chiusura di una inclusione. Tutto il discorso che sta nel mezzo è significato da quelle parole, che qui troviamo ripetute nell’invito del v. 11. Il messaggio primo di Gesù è: non sia turbato il tuo cuore, abbi fede.

Questi versetti possiamo considerarli così strutturati:

  • 5: domanda di Tommaso
  • 6-7: risposta di Gesù
  • 8: domanda di Filippo
  • 9-10: risposta di Gesù
  • 11: esortazione finale.

La domanda di Tommaso richiama il desiderio di seguire Gesù fino alla morte, come lo stesso discepolo aveva dichiarato: “andiamo anche noi a morire con lui!” (Gv 11,16). Gesù dichiara solennemente si essere Dio con la formula di Es 3,14 (molto cara all’evangelista) alla quale aggiunge tre titoli: egli è la via (Eb 10,19-20 la sua carne è la via verso il Padre) perché lui bisogna seguire; egli è la verità perché svela il Padre (ce ne fa l’esegesi, la narrazione Gv 1,18); egli è la vita (Gv 10 e molti altri rif.) perché fa vivere e apre alla vita più forte della morte. L’amore che comanda è più forte della morte e Tommaso l’aveva forse intuito davanti alla risurrezione di Lazzaro (dopo aver incitato a morire con lui) per questo lo ritroveremo incredulo (Gv 20,24-29) non perché scarso di fede, ma per la certezza più grande dell’amore contro la morte.

La domanda di Filippo richiama il desiderio di vedere il volto e la gloria di Dio. In Es 33,18 Mosè vuole vedere la gloria di Dio e così anche l’orante del Salmo 27(26) vuole vedere il volto di Dio; Filippo fa da tramite a quei Greci che vogliono vedere Gesù (Gv 12,21) e ora lui vuole vedere il Padre. La risposta di Gesù è il commento alla sua stessa vita terrena come già l’evangelista ci aveva introdotti all’inizio del suo Vangelo: “il Figlio unigenito, che è nel seno del Padre, è lui che ce ne ha fatto il racconto (esegesi)” Gv 1,18. Per mostrare il volto del Padre, Gesù ama e le opere testimoniano che viene dal Padre (Gv 5,36). L’intima unione con il Padre potremo testimoniarla i discepoli di Gesù (1Gv + Diogneto).

L’invito finale di Gesù è una esortazione a mantenere salda la fede nutrendola del rapporto con lui e con il Padre come lui stesso ha mostrato ai suoi, per questo ripete ancora: “credete”.


Paralleli e approfondimenti

  • Desiderio di vedere Dio: Es 33,18; Sal 27; Gv 12;
  • La carne di Gesù è la via: Eb 10;
  • Le opere del Figlio parlano del Padre: Gv 5,36;
  • Le opere dei figli parleranno di Dio: 1Gv 1; 1Pt 2; lettera a Diogneto.

© don Cosimo Quaranta

Quando si usa nella preghiera questo testo?

Nella liturgia questo brano evangelico lo troviamo:
Nel Breviario non troviamo questa pericope. 

In altri riti:
  • ...
TAg di riflessione e commento
  • Pace
  • Vedere Dio
  • Via
  • Verità
  • Vita
  • Io-Sono
  • Conoscere
  • parole e opere

Ultimi aggiornamenti dal blog

Pienezza. Il primo libro di BeeBlaLo

Il primo libro di BeeBlaLo giunge in libreria dopo due anni di ricerca, discussioni e confronti. La direzione verticale della salita al cielo del Risorto ha la stessa traiettoria dei desideri di felicità e pienezza del cuore umano.

Continua...
Salmo 94 (93) - Vendicatore di giustizia

Il titolo di vendicatore è una parola forte, ma scopriamo che il desiderio umano di vendetta è assunto da Dio nel momento in cui abitando nel cuore di chi lo accoglie, Egli può cambiare nella misericordia il malvagio verso il bene

Continua...
Geremia 1,1-3 - Parole di Geremia

L'apertura del libro di Geremia colloca il profeta nelle dimensioni spazio-temporali della sua attività. Quarant'anni, numero caro alla teologia deuteronomista, e vicinanza/lontananza da Gerusalemme

Continua...